Questo sito fa uso dei cookie soltato per facilitare la tua navigazione.

Ogni cammino si snoda in tappe e ogni tappa rinnova la fiducia e la speranza che spronano ad andare sempre più avanti. Il campo scuola è certamente una delle tappe più belle e intense che ogni anno l’Azione Cattolica propone a tutta la diocesi. Esiste dunque anche un campo per gli adulti che desiderano vivere una vacanza “speciale” in cui il tempo e lo spazio sono condivisi e in cui il riposo non è solo per il corpo ma anche per lo spirito e la mente. Due Campi, uno per gli Adulti a Predazzo e uno per i Giovani adulti a Campestrin hanno coinvolto, 135 persone tra ragazzi e adulti, che hanno messo in rete riflessioni, preghiere, passeggiate, momenti di gruppo e di gioco. Il tema scelto è stato: “Beato sia il Lavoro”, sulla scia della Due giorni Unitaria vissuta con i Giovani in Aprile scorso e in sintonia con la riflessione proposta dagli Orientamenti Pastorali del Vescovo Mario, convinti che questa dimensione, fondamentale per la vita di ogni persona, debba essere “riscoperta” e “riproposta” in chiave cristiana e quindi nel pieno rispetto della dignità umana.
Sollecitati da contributi qualificati, quali quelli di Padre Giancarlo Bruni, biblista dell'Ordine dei Servi di Maria e monaco della Comunità di Bose; di Fabio Cucculelli, Sociologo del lavoro e dell'organizzazione delle Acli Nazionali e di Ezio Aceti, famoso psicologo dell'età evolutiva, i lavori di gruppo sono stati momenti di confronto sia sulle tante situazioni fragili, delicate che attraversano la vita di tutti i giorni ma anche sulle tante risorse ancora presenti nelle nostre realtà, da cui ripartire per cominciare a fare proposte in cui il lavoro possa davvero essere a misura d’uomo. Da questo confronto è nato anche il desiderio di offrire un documento di sintesi su cui potersi confrontare con le istituzioni civili ed ecclesiali della diocesi e dei nostri paesi.
Il campo è stato arricchito inoltre dalla gioia dei ragazzi, che senza mai lamentarsi hanno vissuto insieme per una settimana godendo di ogni momento di condivisione.
Altra bella novità è stata la presenza, nei due campi, di ben 6 sacerdoti: Padre Rizieri della Comunità di Sant’Agata, Don Marian di Maiano, Don Massimo di Rufina, Don Franco della Parrocchia del Giglio, Don Mauro di Cancelli, Padre Giancarlo Bruni delle Stinche. La loro presenza discreta, attenta, amorevole e appassionata ci ha fatto sentire custoditi e spronati alla speranza.
Grazie a Tutti, grandi e piccini, sacerdoti e laici, nuovi e vecchi, affaticati e pieni di vigore per questi giorni vissuti insieme, che ci hanno fatto assaporare la bellezza delle tre tende sul Tabor da cui, però,  il Signore ci esorta a scendere verso le nostre famiglie, le nostre comunità, i nostri luoghi di lavoro, le sofferenze e le nostre gioie per rendere NUOVE tutte le cose!
Buon cammino a tutti e ..alla prossima!
Simona Granchi
Vicepresidente del Settore Adulti