Questo sito fa uso dei cookie soltato per facilitare la tua navigazione.

Come aiutare i nostri bambini e ragazzi a prepararsi alla Pasqua? Ogni anno abbiamo proposto i Mini Ritiri di Quaresima, ma in questo momento non è stato possibile incontrarci, giocare insieme, abbracciarci... pregare insieme. Ma qualcosa si può fare. L'Equipe diocesana nella lettera allegata presenta l'iniziativa.

#restiamoACasa Questo l’hashtag che l’Azione Cattolica a livello nazionale ha utilizzato come slogan in questo periodo così delicato.
L’ACR Fiesolana a livello parrocchiale e diocesano ha subito seguito le norme ministeriali applicate dal governo e del paese interrompendo, ancor prima del lockdown, gli incontri dei gruppi parrocchiali in concomitanza con la scelta nazionale della chiusura delle scuole. È dalla prima settimana di marzo che i nostri educatori non hanno modo di vivere l’appuntamento settimanale con i propri bambini e ragazzi.
È stato un mese e mezzo di interrogativi, di pensieri e parole su come star vicini a loro e alle loro famiglie, su come fargli sentire la nostra presenza.
Ragazzi e bambini sono i meno colpiti dal coronavirus ma travolti dalla quarantena: niente scuole, attività ludiche e sport. Si annoieranno? Come affrontare, noi e loro, le giornate domestiche? Come poter continuare con loro un cammino di fede a distanza? Quali gli strumenti migliori?

E' stata una giornata strana quella vissuta sabato 19 ottobre a Matassino, proiettata fra passato e futuro.
Abbiamo festeggiato i 50 anni dell'Acr e per l'occasione il Consiglio Diocesano ha invitato tutti coloro che  sono stati responsabili diocesani, i giovani e gli adulti che oggi seguono l'attività associativa. La festa di compleanno si è svolta durante l'annuale "Festa del ciao" che da sempre segna la ripresa delle attività con i ragazzi.
La giornata ci ha riportato alle radici passate del nostro impegno in associazione ed è stata aperta al futuro per la presenza numerosa di tanti ragazzi che continuano a dare vita e speranza alla nostra Chiesa.