Questo sito fa uso dei cookie soltato per facilitare la tua navigazione.

Anche quest’anno l’Equipe diocesana dell’A.C.R. ha lavorato per lo svolgimento dei ritiri di Quaresima. Le date nelle quali si sono svolti i quattro ritiri sono state: il 18 e 19 marzo ed il 25 e 26 marzo. Ogni fine settimana si è svolto un ritiro per i ragazzi delle medie ed uno per i bambini delle elementari. In questi ritiri i ragazzi hanno vissuto il periodo quaresimale con lo sguardo rivolto verso Gesù e alle loro comunità. Proprio le comunità, i loro luoghi di appartenenza, di vita e di crescita, sono state il tema centrale. Tenendo conto delle loro giovani età, abbiamo provato a renderli protagonisti di un’analisi del loro territorio.
I ragazzi hanno riflettuto su ciò che di bello è presente nelle loro realtà e su ciò che desiderano avere. Il brano del Vangelo di riferimento è stato quello del giudizio universale, delle opere di misericordia (Matteo, 25,31-46)
Prendendo spunto dal Vangelo si sono domandati in che modo loro stessi, nonostante la giovane età, possano essere quel cambiamento. Riportiamo due testimonianze di educatori che hanno partecipato ai ritiri accompagnando i nostri ragazzi in questo bel percorso verso la Pasqua.
2017 03 MiniRitiri 001Nei due scorsi fine settimana, il tema della Comunità ha costituito il punto centrale di giochi, riflessioni attività e lavoretti dei bambini dell'ACR, che hanno partecipato ai miniritiri a “S. Martino Altoreggi” per il primo turno e a “Torsoli basso” per il secondo. Le parole del Vangelo che ci insegnano a costruire le comunità vere, basate sul vicendevole aiuto pratico, sul dare da mangiare a chi ne ha bisogno, sul curare e visitare chi soffre, sull' accoglienza e non sull'emarginazione o la  condanna, o peggio l'indifferenza; li hanno guidati a venire a contatto con le associazioni che cercano di mettere in pratica tali atti d'amore: attraverso una testimonianza video hanno conosciuto le realtà di Caritas e Matogrosso, osservando e ascoltando le parole di chi s'impegna nella realizzazione di questi sogni. Non solo: accompagnati dai capigruppo, i ragazzi hanno riflettuto sulle comunità in cui loro stessi vivono, e hanno costruito con disegni e colori quelle che vorrebbero. Si sono infine anche impegnati per la realizzazione di piccoli lavoretti, per portare realmente e personalmente il messaggio del Vangelo e scoprendo il loro ruolo nella realizzazione delle comunità dei "fratelli più piccoli", ovvero di circondare chi sta loro vicino, e circondarsi, nelle loro vite, di tanti sorrisi e tanta, tanta gioia.
Francesco Di Rosa
Educatore Elementari Equipe ACR Diocesi di Fiesole
Tema centrale di due giorni di gioco, riflessione, confronto e preghiera, quali i miniritiri per i ragazzi delle medie che si sono svolti a il 19 Marzo, è stato la Comunità. I capigruppo e don Stefano, con l'aiuto di "Francesco the S-hope" (un'associazione di ragazzi che ha fondato un negozio online di vestiti usati il cui2017 03 MiniRitiri 002 ricavato va in beneficenza), hanno trattato questo argomento attraverso varie attività. Il sabato pomeriggio, dopo una breve presentazione, i ragazzi di "Francesco the S-hope" hanno mostrato, con attività pratiche, cosa vuol dire creare da zero un negozio online, con fatiche, difficoltà, ma anche soddisfazioni e come nel loro piccolo cercano di fare qualcosa per gli altri. Questo, infatti, il messaggio principale racchiuso nei due giorni di miniritiri: far parte di una comunità significa che ognuno è importante per gli altri e che è possibile essere d'aiuto nella propria quotidianità. Questo messaggio importantissimo è stato approfondito la domenica, prima della messa conclusiva, con la presentazione ai ragazzi di tre grandi personaggi: il sindaco di Lampedusa, Piergiorgio Frassati e San Francesco. Tre figure molto diverse fra loro, tre persone che da uomini semplici quali erano sono riusciti a fare qualcosa di grande, tre uomini che hanno mostrato come ognuno, in ogni tempo, possa vivere a pieno il Vangelo e possa essere parte integrante di una comunità. I due giorni di miniritiri, accompagnati da due giornate di sole ormai primaverili, sono stati sicuramente un esempio di comunità in cui i ragazzi sono stati i protagonisti assoluti, grazie alla loro solidarietà, amicizia, gioia e in cui questi hanno capito come ognuno possa sentirsi parte fondamentale di una Comunità!
Chiara Dallai
Educatrice Equipe Medie ACR Diocesi di Fiesole