Questo sito fa uso dei cookie soltato per facilitare la tua navigazione.

Alla parola discernimento non sempre viene dato il giusto peso che merita, eppure è da qui che si parte se vogliamo compiere scelte libere. 
E' questo il tema della due giorni che il Settore Giovani ha organizzato per il 17-18 febbraio.

2018 02 17 DueGGGiovani

Dal 26 al 29 dicembre, presso il Seminario Vescovile di Fiesole, si terrano gli Esercizi Spirituali del Settore Giovani guidati da Don Gabriele Bandini. 
È un’ occasione che ti invitiamo a non sprecare, un tempo prezioso, di silenzio, per stare con il Signore in maniera esclusiva e personale. 
Per vivere al meglio questo incontro è importante essere presenti a tutta la durata degli Esercizi.
Qui troverai il volantino con i contatti per le iscrizioni e con tutte le informazioni necessarie che ti invitiamo a condividere con i tuoi amici.
Sperando di poter vivere insieme questo momento, aspettiamo la tua conferma!
L'equipe Giovani diocesana
 
L’Azione Cattolica di Fiesole quest’anno ha proposto ai giovani un campo estivo un po’ diverso a cui hanno aderito tanti giovani provenienti da varie realtà del nostro territorio. Il campo è stata la risposta a un invito fattoci lo scorso anno da Peppe Pagano, vicepresidente della Cooperativa NCO – presidio di Libera – e dalla moglie Mirella. Peppe, invitato come relatore al campo giovani della scorsa estate, ci ha chiesto di “sporcarci le mani”, di andare a vedere e a toccare quello di cui ci aveva parlato. 55 giovani hanno deciso di dire “sì” questa chiamata! Dal 7 al 13 agosto siamo stato ospiti di NCO, abbiamo lavorato in alcune delle loro Cooperative agricole e ascoltato significative testimonianza. Il 13 e il 14 agosto siamo stati ospitati al Rione Sanità di Napoli: abbiamo dormito nei locali parrocchiali e respirato l’aria di quel quartiere, incontrato persone capaci di fare sogni grandi e di rendere vita al quartiere, uno tra tutto don Antonio Loffredo, parroco del rione.
Siamo grati di questa esperienza: grati per gli incontri fatti, per le persone incontrate. Grati perché abbiamo lavorato e “sudato” insieme, in uno spirito comunitario e di condivisione. Se partiti con l’idea di “andare a dare una mano” abbiamo capito che non ci era chiesto questo. Siamo stati chiamati a essere presenti e motori di cambiamento nelle nostre comunità e nei nostri paesi. E quindi avanti, “qui e ora”.
L’equipe giovani
A seguito, le testimonianze di alcuni dei giovani che hanno partecipato a questa esperienza.