Questo sito fa uso dei cookie soltato per facilitare la tua navigazione.

Prendendo a prestito le parole di Papa Francesco, l’Azione Cattolica diocesana nel proporre un percorso di formazione per educatori non intende certo “possedere uno spazio”, ma “iniziare un processo”. Sarebbe infatti presunzione pensare che un corso di formazione per educatori possa “risolvere” varie criticità che le nostre comunità parrocchiali, associazioni e gruppi incontrano nella loro proposta. Si tratta piuttosto di avviare un itinerario che prima di tutto sia una preziosa occasione per attivare una rete di relazioni fra le persone che sostenuta da un progetto educativo possa suscitare le motivazioni per cui un giovane, ma anche un adulto, offre il proprio tempo a servizio dei più piccoli e più in generale della comunità. Troppo spesso ci limitiamo al “come si fa”, ma sempre meno ci domandiamo o domandiamo “perché e per chi si fa”. 
Partendo da queste premesse che più volte abbiamo avuto occasione di sottolineare, l’Azione Cattolica diocesana ha promosso, ormai da due anni, il progetto per l’orientamento al servizio educativo “Pietre vive”: un itinerario, lo ricordiamo, a quattro dimensioni (vocazionale, umana-relazionale, ecclesiale, associativa), con una ciclicità triennale, con tre tappe annuali (la prima zonale, le altre due diocesane), con l’intento di sostenere la scelta educativa delle parrocchie. Un progetto di orientamento al servizio educativo che non avrebbe senso se non ci fosse la proposta del Centro diocesano che si preoccupa di accompagnare il cammino degli educatori parrocchiali con una particolare attenzione alla loro vita di giovane o di adulto, offrendo esperienze formative qualificate (tre giorni, esercizi spirituali, campi scuola, convegni, giornate di approfondimento), programmazione e strumenti utili per il servizio ai gruppi parrocchiali o zonali.
In questo secondo anno abbiamo promosso la prima tappa del Corso zonale in cinque vicariati con una partecipazione di circa 200 giovanissimi. Come l’anno scorso siamo ora a proporre a tutte le parrocchie che si stanno organizzando per le loro attività estive la seconda tappa del “Corso di primavera” che quest’anno si svolgerà presso la Parrocchia di Matassino, con questo programma:
  • Martedì 26 aprile - “Parola chiave Gruppo: ovvero Crescere Insieme” guida l’incontro Simona Granchi - “Fascia o cerotto? Il soccorso è pronto” con il Dr. Francesco Manzini
  • Martedì 3 maggio – “Parola chiave Attività ovvero Campo estivo? Grest? Una giornata tipo” laboratori pratici per imparare a programmare
  • Lunedì 9 maggio - “Parola chiave Fedeltà ovvero Educatori in 24h o Educatori h24?” guida l’incontro Don Gianni Marmorini
Infine anche quest'anno la terza tappa con il campo educatori dal 23 al 26 agosto che come lo scorso anno sarà itinerante e riservato ad un limitato numero di partecipanti.
Accennavo prima al cammino del Centro diocesano che accompagna l'impegno educativo e la formazione personale dei giovani e degli adulti. Dopo il Convegno degli educatori di settembre, l'incontro di dicembre e l'assemblea annuale di gennaio, stiamo organizzando il quarto momento: la Due giorni unitaria del 21-22 maggio che avrà come tema “l’ecologia integrale” con una particolare sottolineatura sull’”ecologia umana” (cfr. Laudato Sii di Papa Francesco al nr. 155). Il tema scelto e la struttura della due giorni, aiuteranno il settore adulti e il settore giovani nella programmazione dei campi estivi di settore. Naturalmente questo, come gli altri appuntamenti di Centro diocesano, non sono rivolti solo agli addetti ai lavori, ma per tutti coloro che desiderano condividere un cammino di riflessione e impegno guardando alle innumerevoli sfide del tempo presente. Per cui ti invitiamo a segnare nella tua agenda questo appuntamento che a breve presenteremo nel dettaglio.
Con la gioia di evangelizzare insieme offriamo il nostro contributo perché la nostra Chiesa fiesolana sia sempre più capace di essere un segno di Speranza per questo tempo e questo territorio.
 Stefano Manetti
Incaricato per la formazione
Nessun evento trovato
Prendendo a prestito le parole di Papa Francesco, l’Azione Cattolica diocesana nel proporre un percorso di formazione per educatori non intende certo “possedere uno spazio”, ma “iniziare un processo”. Sarebbe infatti presunzione pensare che un corso di formazione per educatori possa “risolvere” varie criticità che le nostre comunità parrocchiali, associazioni e gruppi incontrano nella loro proposta. Si tratta piuttosto di avviare un itinerario che prima di tutto sia una preziosa occasione per attivare una rete di relazioni fra le persone che sostenuta da un progetto educativo possa suscitare le motivazioni per cui un giovane, ma anche un adulto, offre il proprio tempo a servizio dei più piccoli e più in generale della comunità. Troppo spesso ci limitiamo al “come si fa”, ma sempre meno ci domandiamo o domandiamo “perché e per chi si fa”. 
Partendo da queste premesse che più volte abbiamo avuto occasione di sottolineare, l’Azione Cattolica diocesana ha promosso, ormai da due anni, il progetto per l’orientamento al servizio educativo “Pietre vive”: un itinerario, lo ricordiamo, a quattro dimensioni (vocazionale, umana-relazionale, ecclesiale, associativa), con una ciclicità triennale, con tre tappe annuali (la prima zonale, le altre due diocesane), con l’intento di sostenere la scelta educativa delle parrocchie. Un progetto di orientamento al servizio educativo che non avrebbe senso se non ci fosse la proposta del Centro diocesano che si preoccupa di accompagnare il cammino degli educatori parrocchiali con una particolare attenzione alla loro vita di giovane o di adulto, offrendo esperienze formative qualificate (tre giorni, esercizi spirituali, campi scuola, convegni, giornate di approfondimento), programmazione e strumenti utili per il servizio ai gruppi parrocchiali o zonali.
In questo secondo anno abbiamo promosso la prima tappa del Corso zonale in cinque vicariati con una partecipazione di circa 200 giovanissimi. Come l’anno scorso siamo ora a proporre a tutte le parrocchie che si stanno organizzando per le loro attività estive la seconda tappa del “Corso di primavera” che quest’anno si svolgerà presso la Parrocchia di Matassino, con questo programma:
  • Martedì 26 aprile - “Parola chiave Gruppo: ovvero Crescere Insieme” guida l’incontro Simona Granchi - “Fascia o cerotto? Il soccorso è pronto” con il Dr. Francesco Manzini
  • Martedì 3 maggio – “Parola chiave Attività ovvero Campo estivo? Grest? Una giornata tipo” laboratori pratici per imparare a programmare
  • Lunedì 9 maggio - “Parola chiave Fedeltà ovvero Educatori in 24h o Educatori h24?” guida l’incontro Don Gianni Marmorini
Infine anche quest'anno la terza tappa con il campo educatori dal 23 al 26 agosto che come lo scorso anno sarà itinerante e riservato ad un limitato numero di partecipanti.
Accennavo prima al cammino del Centro diocesano che accompagna l'impegno educativo e la formazione personale dei giovani e degli adulti. Dopo il Convegno degli educatori di settembre, l'incontro di dicembre e l'assemblea annuale di gennaio, stiamo organizzando il quarto momento: la Due giorni unitaria del 21-22 maggio che avrà come tema “l’ecologia integrale” con una particolare sottolineatura sull’”ecologia umana” (cfr. Laudato Sii di Papa Francesco al nr. 155). Il tema scelto e la struttura della due giorni, aiuteranno il settore adulti e il settore giovani nella programmazione dei campi estivi di settore. Naturalmente questo, come gli altri appuntamenti di Centro diocesano, non sono rivolti solo agli addetti ai lavori, ma per tutti coloro che desiderano condividere un cammino di riflessione e impegno guardando alle innumerevoli sfide del tempo presente. Per cui ti invitiamo a segnare nella tua agenda questo appuntamento che a breve presenteremo nel dettaglio.
Con la gioia di evangelizzare insieme offriamo il nostro contributo perché la nostra Chiesa fiesolana sia sempre più capace di essere un segno di Speranza per questo tempo e questo territorio.
 Stefano Manetti
Incaricato per la formazione
Nessun evento trovato