Questo sito fa uso dei cookie soltato per facilitare la tua navigazione.

2022-adss-montenero.jpeg
ragazzi-che_-squadra.png

Alla domanda su cosa fosse l’ Azione Cattolica, Vittorio Bachelet rispondeva così: “ Una realtà di cristiani che si conoscono, che si vogliono bene, che lavorano assieme nel nome del Signore e che sono amici: e questa rete di uomini e donne che lavorano in tutte le diocesi, e di giovani, e di adulti, e di ragazzi e di fanciulli, che in tutta la Chiesa Italiana con concordia, con uno spirito comune, senza troppe ormai sovrastrutture organizzative, ma essendo sempre più un cuor solo e un’anima sola, cercano di servire la Chiesa. E questa è la grande cosa. Perché noi serviamo l’AC non poi perché ci interessa di fare grande l’AC, noi serviamo l’Ac perché ci interessa di rendere nella Chiesa il servizio che ci è chiesto per tutti i fratelli. E questo credo sia la cosa veramente importante

Dio inizia la sua storia con noi tra le pareti di una semplice casa: non in un tempio, neppure in un ricco palazzo, ma nel grembo di una giovane donna di Nazaret. Come succederà il giorno di Pasqua in uno sperduto e dimenticato giardino vicino ad una tomba vuota, così per Maria tutto comincia a Rifiorire quando viene raggiunta da un annuncio silenzioso, ma che ha la forza di far sussultare il cuore. È a quel punto che gli occhi si allargano, mettendo a fuoco ciò che poco prima sembrava invisibile, oltre che impensabile.
Nel tempo faticoso che ancora stiamo vivendo non abbiamo certo bisogno di eventi rumorosi che ci schiacciano, ma neppure di sterili illusioni a corto raggio che ci farebbero guardare soltanto il nostro piccolo orticello. C’è un’opera silenziosa dello Spirito che solleva con delicatezza le nostre vite un po’ stanche e sfiancate, ridandoci la fiducia necessaria per tornare a seminare insieme, ad allargare nuovamente l’obiettivo, a curare ogni cosa nella speranza certa che diventi un giardino abitabile per tutti.
Nella fede di Maria non c’è un vago eroismo, ma lo stupore profondo per la prossimità di un Dio che ci accompagna sempre, che non smette di essere vicino, pur di gioire con noi ogni volta che l’albero della fiducia è piantato e ripiantato mille volte nel campo del mondo. È così che qualcosa, là dove siamo, inizia a riRifiorire, come accadde quel giorno nella semplicità della casa di Nazaret.

Prossimi appuntamenti

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
Data : 5 Settembre 2022
6
Data : 6 Settembre 2022
7
Data : 7 Settembre 2022
8
Data : 8 Settembre 2022
9
Data : 9 Settembre 2022
10
Data : 10 Settembre 2022
11
Data : 11 Settembre 2022
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
2021_CampoAdulti_002.jpg